Thursday, October 25, 2007

Ieri siamo andati a vedere i Gorefest a Milano. Non c'era quasi nessuno. Una sessantina di persone, circa. Quasi tutti dei metallari all'ultimo stadio. Nostalgici come noi ma, incredibile, ancora più a pezzi. Nessuno aveva mai visto i Gorefest prima, eppure ce li eravamo ascoltati parecchio, quando avevamo più capelli, e gli stessi chili. Eravamo ingaynati, e per bene. Arrivare al Rainbow e non trovare nessuno non ti fa salire proprio una gayna biblica. Ci siamo ricordati dei meravigliosi anni '90, quando compravamo e rubavamo qualsiasi disco senza una tipa che cantasse della Century Media o della Nuclear Blast, e sballavamo. Ora ne siamo fuori, in qualche modo. Siamo cresciuti. Siamo più equilibrati. Ci facciamo prendere meno dall'ingaynamento, scatta una sorta di scrematura automatica. Beh la questione è che i Gorefest non sono a pezzi, questo no, non se lo meriterebbero. Il problema è a monte. Tanto a monte. Quindici anni fa a monte.
I Gorefest facevano cacare già quindici anni fa.
Il problema non è recente e non è nostro. Ma voi, voi che ci siete ancora sotto: cosa cazzo vi dice il cervello? Non potete uscire e trovarvi una tipa? Non potete farvi le seghe e basta? MA avevate più di trent'anni, tutti voi stronzi. E ancora non ci siete arrivati?
Che amarezza.


Tuesday, October 23, 2007

I Metallica contro Napster?
I Radiohead che vendono il disco su Internet?
iTunes?
Beatport?
Soulseek?
Musica gratis per tutti sempre?
L'abbonamento di Rick Rubin?
Tutte minchiate. Al solito dall'ala più estrema del metal arrivano le idee migliori. L'eterna questione pirateria/download illegale/p2p/diritti degli artisti risolta in quattro e quattr'otto.
Guardate questo:


E un log per chiarire cos'è, e soprattutto per dimostrare che anche all'interno dei vertici dellla scena black (ovvero SoloMacello) il gesto degli Enslaved ha suscitato reazioni differenti.

Satana scrive:
gli enslaved hanno rubato una pecora a un politico norvegese che voleva liberalizzare il download gratuito musicale e loro han detto tipo... beh alla fine tu ci fai fottere le canzoni? beh noi ti fottiamo una pecora tanto ne hai un culo
Belzebù scrive:
diocane veramente. conseguenze? li hanno messi in gabbia, tanto c'è la sala di registrazione?
Satana scrive:
no un cazzo pare - non se la son manco magnata però
Belzebù scrive:
se fai una roba fantablack falla fino in fondo diocane
Satana scrive:
sei il solito senza compromessi ahahaha
comunque pensavo di farci un post se per te non è troppo gay come attività
Belzebù scrive:
no zio figurati se fare un post sugli enslaved è da gay, certo non si sono mangiati la pecora e potrebbe venire qualche dubbio ai più malizievoli, però...

Monday, October 22, 2007

SoloMacello, come tutti i rincoglioniti avranno capito, festeggia trent'anni. Volevo dire due. SoloMacello è un'entità indipendente, tant'è che, come vedete, non ci sono link sulla colonna di destra. Non ci sono perchè non siamo i soliti pezzenti che fanno gli elitari e gli esclusivi e poi riempiono il blog di bottoni e banner per mendicare visite. Come se più stronzi che vengono a leggere le vostre cacate dessero loro un senso di legittimità. SONO STRONZATE E STRONZATE RESTANO.

Ma un minimo di cameratismo lo proviamo anche noi. Non per simpatia o calore umano. Per ridere dei poveri scemi che vengono qui, vogliono fare i simpatici e la
sciano dei commenti per ingraziarsi la Sacra Corona Unita Del Metal: UPDATE: LA 'NDRANGHETA del METAL. Tipo questo. Il messaggio è: non fate ridere. Lasciate perdere. Possibilmente toglietevi la vita.

E per festeggiare i trent'anni di SoloMacello inauguriamo oggi una serie di post all'interno della quale i nostri "amici" (SoloMacello non ha amici. Solo conoscenti, tipe e nemici.) ci raccontano una loro esperienza metal o un loro ascolto metal, che vengono poi passati ai raggi XXX dall'occhio che tutto vede e tutto comprende di SoloMacello. Quello che ne esce è la solita latrina, ma abbiamo infamato qualcuno facendogli credere che lo volevamo a far festa con noi.

E' il turno di
http://footprintsinsnow.blogspot.com



















Solomacello in rosso. Lui, ovviamente, IN BIANCO.
Commentiamo passo passo:

il metal. che palle.
--> sbagliato.
gli assoli. che palle.
--> dipende dagli assoli. Quelli degli Stayer ultraveloci e in cui non si capisce una sega sono fighi. Quelli dei Dream Theater sono per froci.
la gente pittata. che palle.
--> no questa no. La gente pittata è pettinata e basta.
la birra e le fighe. che palle.
--> frocio E astemio. Andiamo bene.
poi alla fine sono tutti froci. che palle.
--> No. Solo Rob Halford e Roddy Bottum dei Faith No More. Per una digressione sulla curiosa etimologia di “Roddy Bottum” vai a fondo post.
le bestemmie e satana. che palle.
--> Pure cattolico.
i pantaloni di pelle. che PALLE.
--> Ecco qui puoi anche aver ragione
eddie ed il gesto dei manowar. che palle.
--> Eddie è un pettinato perché è uno zombie e se è uno zombie vuol dire che è immortale, anzi non solo che è immortale, ma che sta per venire a farti il culo.
la roba nordica lo speed i tedeschi. che palle.
--> Questo significa fare di tutt’erba un fascio. Non puoi confondere il sublime inarrivabile gelo nordico con quattro tedeschi soprappeso e ubriachi porco dio!!!! IGNORANTE.
il monster of the rock ed il wachen festival. che palle.
--> Si scrive con la K Wacken e il Monster Of Rock non lo fanno da quindici anni.
la tecnica e le voci in falsetto. che palle.
--> Tecnica: giusto, pussa via. Voci in falsetto: non è metal. Ti stai sbagliando di nuovo.
lizzy borden ed il pestaggio di babbo natale. che palle.
--> Avresti voluto saperlo altrimenti che non esisteva?
melissa e' un disco di merda. che palle.
--> E il danese porta pure sfiga.
la bay area e la nwobhm. che palle.
--> Più c’hanno i coglioni meno ti piacciono. Com'è??

oh, insomma il metal mi fa cagare. ma proprio tanto. il problema e' che tutti i miei amici erano degli sfigati. zero figa tanto metal. credo funzioni così da molte parti. e quindi se non sei fighetto(ovvero becchi poca passera anche tu) se non vai all'oratario come gli altri figli di finto comunisti e tante altre cazzate...ed insomma se sei uno a cui piace la musica puo' capitare di finire a passare l'adolescenza con una militia di mettalri di paese. in questo caso metallari devoti al sacro piatto umano: i capeletti- questo per dire che si parla di metallari emiliani, nord emiliani con gli anni la componente metal-leghista darà molto...ma io sarò già oltre.
--> Oh di questa cosa qui finale che doveva teoricamente essere la parte interessante non si capisce un cazzo. Al di là del fatto che visto che stai scrivendo a SoloMacello e non a quel cretino del cazzo del papa dovresti quantomeno impegnarti a rileggere – non si capisce proprio a livello di senso. Cos’è che volevi dire? Che il metal è per quelli che stanno in mezzo? Che i metallari non beccano mai passera? Ma scusa tutte le malattie veneree e le epatiti dei Motley Crue? Che i metallari emiliani sono degli appezzi? Che la componente leghista è sintomatica del metal? Non mi pare: guarda quanti gruppi di terroni di merda hanno fatto dischi pettinati: Inchiuvatu, Schizo, Undertakers, Glacial Fear. O forse stai facendo degli ingarbugliamenti di parole perché tremi al cospetto del dio del metal??? Ottimo invece l’uso di “Militia” al posto di “milizia”. Perché noi siamo gente onesta e quando c’è da dire una cosa, la diciamo.

ma ecco il mio disco

s.o.d.- speak english or die.

billy(o ie) milano era un ciccione. non so che fine abbia fatto ma era un super ciccione. un ciccione che si lanciava dalle torri di amplificazione sul pubblico. io spero sia dimagrito. lo dico per lui. anche il dott. veronesi la pensa così. detto questo billy(o ie) milano cantava in questo progetto chiamato s.o.d. che e' un acronimo troppo lungo da scrivere in forma non acronima. suonavo un bel metallaccio trashoso. senza troppi fronzoli e molto bestemmiaro. quel disco metteva d'accordo tutti quando eravamo piccoli. c'era dentro sia il metal che qualche scoria di hardcore/punk. di fatti era considerato trash. c'era dentro anche uno degli anthrax=skate=punk/hardcore=sdoganato. cmq presto fatto ian scott, lo avevo visto in fotografia si era fatto depilare la scritta not sui peli del petto= mito dell'imbecillità= olè i titoli erano scorretti i testi delle altrettanto cazzate. pero' tutto sommato i pezzi giravano ignoranti al punto giusto. chitarre veloci. non troppi intro(dio can i dischi dei d.r.i. quelli con intro bestiali) batterie tupa tupa ed un performer ciccione. se il corso del metal fosse stato questo io forse sarei tato un po' più metallaro. invece il metal e' roba smenosa. con gli assoli, le voci acute e quindi io ho chiuso.

--> Prendiamo per buona la dichiarazione secondo la quale se il metal fosse stato tutto come gli S.O.D. (Stormtroopers Of Death – visto che non hai avuto voglia di scriverlo)… beh quindi scusa perché hai abdicato? PERCHE’?? PERCHEEEEEEE’?????? Gruppi del genere ce ne son sempre stati. Potevi semplicemente ignorare gli altri e tenerti quelli buoni, come noi stessi facciamo. Ti sembriamo gente che ascolta i Rage o i Sonata Arctica o gli Stratovarius? Si vede che non era nel tuo DNA rimanere metal. O che ti piaceva troppo la figa. Però madonna boia se scrivi un’altra volta IAN SCOTT ti mandiamo il Sindaco Del Metal In Calore a fare un lavoretto medievale peril tuo culo. SCOTT – IAN! SCOTT di nome, IAN di secondo nome! Noto ora che però era un ebreo perché si chiamava Rosenfeld. Quindi si fotta Scott Ian.



STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS STOP PRESS

FERMI TUTTI!
JUKKA LASCIA I GIARDINI DI MIRO'
PER I NIGHTWISH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
SOLOMACELLO SEMPRE SUL PEZZO!!!!!
QUI la prova e sotto la sua scheda personale sul sito dei Symphonic Prog Metallers!




BONUS TRACK: RODDY BOTTUM’s ETIMOLOGIA Dicevamo, Roddy Bottum. Roddy Bottum è stato il tastierista dei Faith No More e poi quando si sono sciolti ha formato gli Imperial Teen che non son metal e quindi non abbiamo ascoltato. Ma sarà un caso che era busone? CERTO CHE NO! Come si dice in latino, che è una lingua molto usata nel metal, NOMEN OMEN. Che “Bottum” suoni praticamente come “Bottom” mi sembra non ci sia dubbio, così come il fatto che Bottom sia una delle parole che definisce il CULO. Le sorprese arrivano quando si passa a RODDY! Guardate qui: http://en.wikipedia.org/wiki/Rod“Cilindro” e “culo”: può essere qualcun altro?????

Wednesday, October 17, 2007

SoloMacello, come tutti i rincoglioniti avranno capito, festeggia trent'anni. Volevo dire due. SoloMacello è un'entità indipendente, tant'è che, come vedete, non ci sono link sulla colonna di destra. Non ci sono perchè non siamo i soliti pezzenti che fanno gli elitari e gli esclusivi e poi riempiono il blog di bottoni e banner per mendicare visite. Come se più stronzi che vengono a leggere le vostre cacate dessero loro un senso di legittimità. SONO STRONZATE E STRONZATE RESTANO.

Ma un minimo di cameratismo lo proviamo anche noi. Non per simpatia o calore umano. Per ridere dei poveri scemi che vengono qui, vogliono fare i simpatici e la
sciano dei commenti per ingraziarsi la Sacra Corona Unita Del Metal. Tipo questo. Il messaggio è: non fate ridere. Lasciate perdere. Possibilmente toglietevi la vita.

E per festeggiare i trent'anni di SoloMacello inauguriamo oggi una serie di post all'interno della quale i nostri "amici" (SoloMacello non ha amici. Solo conoscenti, tipe e nemici.) ci raccontano una loro esperienza metal o un loro ascolto metal, che vengono poi passati ai raggi XXX dall'occhio che tutto vede e tutto comprende di SoloMacello. Quello che ne esce è la solita latrina, ma abbiamo infamato qualcuno facendogli cr
edere che lo volevamo a far festa con noi.

Si comincia con quell'appezzi di http://thedarksideofettor1.blogspot.com che ci parla della prima volta che siamo andati a Londra a vedere i Neurosis. Grazie al cazzo, c'eravamo anche noi.


Londra, 18 Dicembre 2004. Sei stronzi messi come il culo che si sparano in endovena un viaggio GNIENTAFFATTO faticoso (si ragiona in termini di cosa ci aspetta all’arrivo) per sollazzarsi con ottimo hashish recuperato nella città inglese e uccidersi del tutto al concerto dei Neurosis, ospite Jarboe, la bonazza degli Swans con la voce di gelida tenebra che ti penetra fin nelle ossa. Grazie al TeLeTrasportoDovePensiTu del Sindaco stavamo su col nastro isolante e il buco del culo sul gomito fu abbastanza scomodo da usare, per qualche minuto, ma sono sofisticherie; bòlas, birra e ricerca del locale ci ricostruiscono e si inizia a darci un tono. We feel Gayna! Sì perché il posto è il Forum, a due passi dall’Astoria in Kentish Town, luogo anale da raggiungere. Dopo un agghiacciante fish&chips vicino l’ingresso, un vivace buttadentro negro dimensionato 2x2 esclama “let’s go hommies, fill the gap!” che in cockney potrebbe voler dire “entrate quel culo da froci o uscite dai coglioni” (per il mio pc ciglioni). La location è pettinata e dopo un po’ di fumate la mattanza inizia. The Tide, Under The Surface, Burn, A Sun That Never Sets, Stones From The Sky, Neurosis & Jarboe qb. Lei alla voce: abito nero vedo-non-vedo, occhi di ghiaccio, voce che stritola l’anima, sensualità e presenza schiaccianti. I Neurosis al resto: unici, tribali, sonici, atmosfera d’incubo, effetti visivi su grande schermo circolare alle spalle del palco, spiriti nell’aria. Fu una serata apocalittica e io ne uscii sconvolto. Come ai due devastanti live dei Sunn o))) in Legnano e Ravenna ma diverso… più intensità, più profondità –perché i Neurosis sanno scavare più a fondo di tutti– più alienazione. Sentivo il corpo piegato di lato, come spezzato. E l’anima fuori. Gli occhi mandavano immagini distorte eppur cristalline. Ma non erano i miei. E, alla fine, nemmeno quel grasso cannone che mi ritrovai tra le dita, e che prontamente fumai e passai ai compagni d’avventura, era mio. Nel cranio qualcosa vorticava e pulsava. Passammo il resto della notte in strada. Dopo ore di vagabondaggi per Londra non si era riusciti a riscaldarci del tutto; un bel po’ prima delle prime luci dell’alba l’autista del bus a due piani ci ricorda, a voce alta, che il viaggio è finito: “end of the ride guys…” e per un po’ il pensiero di Steve Von Till che urla le note di End Of The Harvest si affacciò all’anticamera del cervello.

Allora, Caro Ettor1 del Porco Dio, tre cose:
UN O))) Noi capiamo che le trasferte hanno sempre un effetto affaticante su chi le compie, ma tutta 'sta gayna per Jarboe da dove arriva? Ci permettiamo di ricordarti che quando Jarboe è salita sul palco tu non te ne sei accorto, uno di noi ti ha tirato una gomitata e ti ha detto "Oh c'è Jarboe!" e tu ti sei girato di scatto verso il bar urlando "ANDOVE????"

DU E))) Bella idea del cazzo comprarti un disco in vinile (di un gruppo del quale ti piaceva il nome ma non avevi altri indizi) il pomeriggio per poi scarrozzartelo tutta la giornata e la notte (per fortuna tua c'era il guardaroba al concerto) nella busta di plastica con -54 gradi e niente guanti.

TR E))) Almeno stavolta non sei svenuto! E in ogni caso il Premio Più Appezzi l'ha vinto il Sindaco ordinando pane e burro (salato) per combattere gli svarioni nel bar più laido del Regno unito.

Disclaimer: "Visto il rapporto massa muscolare/grasso corporeo che intercorre tra la redazione di SoloMacello e thedarksideofettor1 questo potrebbe essere l'utimo post di sempre su SoloMacello. In quel caso, fottetevi tutti."

Monday, October 15, 2007


Nel fuoco la sagoma di Wojtyla

E molti già gridano al miracolo



La sagoma di Giovanni Paolo II nel fuoco. Alcune foto scattate in Polonia, nel corso di una cerimonia in ricordo di papa Wojtyla, una preghiera intorno ad un falò, mostrano le fiamme che assumono progressivamente la fisionomia proprio del pontefice polacco e molti già gridano al miracolo.

Wednesday, October 10, 2007

Qui a SoloMacello non ci intendiamo molto di biologia, genetica, chimica, o se per questo anche solo geometria. Però ci intendiamo parecchio di genocidi, estinzioni, cospirazioni e stronzi. L'altro giorno sul Corriere Della Sera e su un paio di altri siti/quotidiani che stavamo usando per insonorizzare la sala prove è uscito un articolo - questo. In sostanza 'sto cretino d'uno scienziato è il primo che ha trovato il modo di scrivere un codice genetico, mentre tutti gli altri lo sanno solo leggere - un po' come i PDF. Tutti felici, tutti esultanti, che gran passo avanti per la scienza!

Passo avanti un bel cazzo!

Bellalì bellalì che ci costruiamo un esercito di pezzi di ricambio, magari facciamoli anche in versione negra, come se non ce ne fossero abbastanza, no?
Oh, m'è andato a troie un polmone perchè ho zagato troppo... beh sticazzi ne ho uno nuovo in soffitta - mi faccio il tagliando e mi rimetto a zagare.
Ti sei sbronzato e per far vedere che sei onnipotente e ti sei lanciato sotto il treno? Sei un coglione perchè ti sei ammazzato lo stesso.

Il concetto che SoloMacello vorrebbe farvi capire è il seguente, che data la vostra capacità mentale limitata sempliFICHEremo così:

1. Costruiamo dal nulla esseri umani
2. Ci ammaliamo di qualcosa
3. Li usiamo come pezzi di ricambio
4. Salute per tutti! L'aspettative di vita si allunga e si crepa solo per cause violente
5. Il pianeta si sovrapoppola e di conseguenza ci sono sempre più stronzi
6. Non c'è più spazio, non c'è più cibo e gli stronzi aumentano
7. Gli stronzi in quanto tali fanno il culo ai "buoni"
8. Il pianeta è composto solo da stronzi (più di ora)
9. La razza umana si estingue

Ma SoloMacello non starà con le mani nei boxer a guardare passivamente tutto questo! Perchè se c'è qualcuno che deve mandare a puttane l'umanità, è SoloMacello. No che arriva 'sto tipo che tra l'altro ha anche una gran faccia da sfigato e ci fotte l'idea. Solo che per fottere il Dottor Venter ci vogliono ARMI e per le armi ci vogliono i SOLDI.











E quindi lanciamo la prima ma sicuramente non ultima
RACCOLTA FONDI DI SOLOMACELLO!

(non ti è chiaro?)


Funziona così: qui sotto troverete una fantastica compilation intitolata
IL GENOCIDIO DEGLI STRONZI
che potrete downloadare gratuitamente perchè tanto sono pezzi che abbiamo scaricato a cazzo cercando "genocide", "war", "apocalypse", "destruction", "massacre" su SoulSeek. L'unico sforzo che abbiamo fatto è stato zipparli e cambiare il nome dei file per metterli in ordine. Poi l'ufficio grafico di SoloMacello ha prodotto l'artwork che vedete in cima al post (che come sempre è pettinato almeno quanto le foto di vostra madre che abbiam fatto sabato pomeriggio scorso).

Quindi ora va così:

1. Cliccate qui e scaricate la compilation
2. La ascoltate e convenite con noi che la razza umana è FINITA
3. Cliccate su PayBaal e ci mandate dei soldi a solomacello666@gmail.com
4. Compriamo delle armi
5. Andiamo a fare il culo a Venter
6. Ci vediamo al Gods Of Metal

Tutto chiaro?
(accentosvedese fottiti ahahahahahah)

Tuesday, October 09, 2007

Certe volte il tempo va all'indietro. Certe volte non sono passati anni di acne e astinenza per nulla. Di acqua nera e fredda sotto i ponti ne è passata. I poster dei Dissection sui muri delle nostre camerette hanno le orecchie agli angoli e ormai i giornali porno non esistono più. Le seghe e i dischi hanno subito un'evoluzione simile: prima c'era un supporto, adesso solo file di zero e uno. Prima con una mano LEGGEVI e con l'altra smanettavi. Dev'essere per questo che la gente ha cominciato a infilarsi della roba nel culo di punto in bianco: s'è ritrovata con una mano libera!

Tornando all'inizio del discorso: un brivido ci ha percorso la schiena. Un disco che ci ha fatto ritornare al 1996, alla prima volta che abbiamo ascoltato Brave Murder Day dei Katatonia. O alla prima volta di Dunkelheit di Burzum. O In The Nightside Eclipse degli Emperor. Un periodo nel quale gente di questo tipo passava pomeriggi interi a masturbarsi sopra le foto di Damon Albarn.

Il disco è TWO HUNTERS dei WOLVES IN THE THRONE ROOM. Qui si trova ma tanto se siete come noi andate a comprarlo subito.

"Disco dell'anno." (cit.)

Monday, October 01, 2007

Il metal, a differenza di quello che si crede solitamente, non è fatto solamente di idioti che passano la vita a masturbarsi in camera, fra una pentatonica e l'altra. A parte che i metallari, grazie alla sfrenata passione per la provocazione che li anima, si masturbano anche altrove (chiese, sinagoghe, asili, meeting sci-fi). Ma soprattutto i metallari amano stare insieme alla gente. Certo, non tutta la gente. Chi non ascolta metal non è considerabile "gente", ma solo merda. Però ai metallari piace stare insieme a chi ascolta metal, perchè tutte le frustrazioni della settimana lavorativa, studentesca e masturbatoria possono finalmente venire rilasciate nel classico urlo di sfogo del metallaro: "PORCO DIO!".

Così, prendi un Venerdì sera a Milano. Il Venerdì nel quale la truppa sodomita e improfumata della settimana della moda finalmente svanisce da di mezzo ai coglioni. Prendi un locale storico della Grande Capitale Del Nord Italia, il Rainbow. Centinaia e centinaia di concerti metal, tonnelate di litri di sudore versati in quel buco nel ventre putrefatto di puttana madre terra. E, il Giovedì e la Domenica, serata latinoamericane per oriundi che sarebbero in teoria un affronto alla gloria sempiterna del metal - a meno che non si ragioni: la gente ci va per gli stessi motivi! Bere più di quanto sia ragionevole, esorcizzare una settimana passata a guidare un furgone di SDA o FedEx o uno scooterino della Pony Express Srlm, guardare le donne della tua specie e cercare di mettere le mani su culi più grossi della media portando vestiti che nessun altro ha il pessimo gusto di portare.

Venerdì al Rainbow c'erano Aborted, Kataklysm e Behemoth. "Porco dio!", dice il metallaro, e ci va.

E SoloMacello anche. Appena scesi dalla limousine una ragazza dell'organizzazione con le tette grosse come la Birmania ci asccoglie per farci ascoltare una versione di "I bambini fanno Oooh" con i rutti al posto degli "Ooooh". Siamo a casa. Passiamo la fila e la selezione all'ingresso carichi di alcoolici perchè tanto, a noi, mica ci controllano. La gente del pubblico è divisa in due, con in mezzo un tipo con le braccia alzate che le sposta una volta a destra e una a sinistra. Quando le braccia sono a destra, si sente urlare in coro "PORCOOOOOOO", quando le braccia sono a sinistra, invece, "DIOOOOOOOO!".

In tutto questo noi come al solito la figa ce l'eravam portata, ma l'amico scompagnato ci fa notare una cosa: è pieno di figa. Ci sono decine di donne, più che, per dire, al recente concerto dei Paradise Lost. E tutto questo per un gruppo black metal, uno brutal death e uno di death classico (la differenza è fondamentale anche se gente che si spaccia di avere un "passato metal" di questo tipo non lo capirebbe mai). Probabilmente la causa sta nel fatto che le tipe non son metal nel cuore come gli uomini: a un certo punto credono di rinsavire e abbandonano la fede metal per mettersi dei jeans a vita bassa che non si dovrebbero poter permettere. Noi uomini veri invece ingrassiamo con fierezza e non abbandoniamo a metà la ricerca del Sacro Graal Del Metal.

In realtà però, forse ma forse, c'era solo tanta figa a causa dell'adesivo che il tipo dei Behemoth aveva sulla chitarra:























Comunque: concerto pettinato, gayna fuoribordo, fiumi di birra, un sacco di figa. Cazzo volete di più da un Venerdì sera?

Bonus track: un video. Se ascoltate bene ci sono diciannove "Dio bastardo!" nei tre minuti che dura.
video