Thursday, September 06, 2007

Spesso i grandi se ne vanno presto. Gigi Sab-Ani era uno di noi. Uno al quale piaceva ridere, piaceva eccedere, piaceva la figa, piaceva il black metal. Uno che con il Merolone, uno dei più grandi uomini di spettacolo di ogni tempo, ha messo su un giro di troie che manco Tinto Br-Ass.* E poi è riuscito anche a venirne fuori (il gioco di parole è sottinteso) pulito e a continuare a piacere alle sciure, alle zie, alle mamme: questo si chiama fottere il sistema. Se tutto va bene ha dato una bella mano di bianco anche alla Gregoraci che ora "si fa impalmare" da Briatore in chiesa nel nome di vostro signore gesù clisto con il gatto e la volpe come testimoni.
Sarebbe una bella vittoria per il Gigi Nazionale (Riva? D'Alessio? Buffon? Buffoni.), secondo noi. si potrebbe tranquillamente fregiare del titolo di "The Original Puttaniere".

Quindi passando al succo del discorso: la notizia di ieri è stata la morte di Gigi Sab-Ani. Quella di oggi la morte di Luciano Pavarotti.
Bene, SoloMacello, in barba al V-Day, lancia una crociata BEN PIU' IMPORTANTE:

NON DIMENTICATE GIGI SABANI!
GIGI SABANI ERA MEGLIO DI LUCIANO PAVAROTTI!
GIGI SABANI NON ERA UN GRASSONE!
GIGI SABANI NON CANTAVA CANZONI DI MERDA!
GIGI SABANI ERA UN ISTRIONE!
GIGI SABANI ERA UN VERO ARTISTA!
GIGI SABANI NON FACEVA COMUNELLA CON BONO VOX!
GIGI SABANI RIUSCIVA A VEDERSI IL PISELLO QUANDO ERA IN PIEDI!
GIGI SABANI POTEVA ALLACCIARSI LE SCARPE DA SOLO!

Non lasciamo che Pavarotti effettui il sorpasso ai box sul Grande Gigi solo perchè è morto il giorno dopo. Ricordate Sabani, onorate la sua memoria, fatevi una pippa sulla foto di Raffaella Zardo ma non lasciate che il ciccione lirico adombri la memoria di un vero entertainer. Soprattutto perchè la lirica (a parte nei Therion) è una grandissima rottura di coglioni.

nella foto: Raffaella Zardo viene presa per la mano da uno sconosciuto e trascinata nel bagno degli uomini


Ma ecco finalmente l'iniziativa di SoloMacello: si sa che il mercato dei morti è sempre florido, e noi non potevamo che adeguarci, visto che abbiam fiutato il modo di alzar due lire. Abbiamo sentito Il Merolone e ci siamo ricordati di quella sera, lontana lontana, in quello studio di registrazione buio che ci aveva consigliato Faust, il figlio di Beruschi. Ci eravamo spanati di grappa e avevam
o registrato col grande Gigi una serie di cover un po' particolari: alcuni pezzi che ci ricordavano di quando Io (batteria), G.I.S. (basso), Il Sindaco (basso ah no volevo dire chitarra) e Gigi avevamo mandato il nostro primo 7" alla Nuclear Blast che, entusiasta, ci aveva risposto con un telegramma con una sola parola: "Scheisse!". Bene, quei pezzi sono rimasti sepolti finora, mentre Gigi era alla luce del sole. Ora che quello a essere sepolto è lui, i pezzi vengono alla luce del sole, anche perchè prima non valevano uno stracazzo e invece ora qualche casalinga che si titillava con l'imitazione di Celentano magari caccia i soldi. Mandate una mail QUI per ordinare la vostra copia di questo disco che farà anche cacare, ma è un pezzo della memoria della nostra bella, solare, unica Italia.



PS 1:
Una nota politica conclusiva: se siete di quelli che come noi si grattano il culo dalla mattina alla sera e aspettano solo il disco nuovo dei Darkthrone e ora siete tutti in fibrillazione per il V-Day di quel guru di poveri deficienti accidiosi di Beppe Grillo, siete i peggiori perdenti del pianeta. State fermi tranquilli, ascoltate metal, bevete birra e come dicono i Total Fucking Destruction "aspettate il momento in cui balleremo sulle macerie del pianeta". Perchè se dovete tirar fuori la vostra coscienza politica e sociale solo quando vi han fatto un lavoretto medievale al culo, allora ve lo meritavate già da prima.


* e PS2 (che la 3 costa ancora troppo) Nessuno ha mai notato che il cognome del più grande regista erotico italiano è formato dalla contrazione di "Reggipoppe" e "Culo" in inglese?




12 comments:

gyuntyny said...

non dimenticate gigi sabani che non lo buttava in culo allo stato quanto il ciccione e se proprio doveva buttarlo in culo usava altre vie.

intanto, la universal music, ha aspettato qualche ora ed ha già mandato via un bel comunicato segnalando che hanno il cofanettone, ciccione pure quello, del gobbo.

ettor1 said...

siete inarrivabili ormai...

io sto infamando Mastella sul suo blog, dubito che mi pubblicheranno mai (anche se non ci vado pesante, cerco di argomentare con i porcodio e i madonnacane ma forse se la prende) ma per ora questa è la mia principale attività (perché s ela piglia -anche nel culo- e risponde, il fesso). Chi volesse aiutarmi, sa dove trovarmi.

ettor1 said...

e siete anche bras-ati...

Anonymous said...

la cosa che dovrebbe far ridere però correggetemi se sbaglio è -ANI, non il trattino

Niccolo' said...

Io direi che per l'8 Settembre potremmo organizzarci per il "Vaffanculo Ghei". Lo dico per Eugenio Crippa, quel negro, che partecipera' di certo all'iniziativa.

Anonymous said...

Come tutti i grandi verrà rivalutato solo dopo la morte... quest'opera postuma diventerà il simbolo della sua immortalità. Grazie Gigi.

Eugenio Crippa said...
This comment has been removed by the author.
Eugenio Crippa said...

fanculo a te, niccolo'...

chi ti ha interpellato?

Niccolo' said...

Nessuno, io faccio l'appello, qualcuno rispondera' se vuole. Vedi?

solomacello said...

*****
>>>Eugenio Crippa has left a new comment on your post "Spesso i grandi se ne vanno presto. Gigi Sab-Ani e...":

fanculo a te, ettore1...

chi ti ha interpellato?
******

Se decidi di infamare, infama quello giusto. Almeno.

Anonymous said...

Tinto Brass: Tinto, contrazione di Tintoretto, da cui Tinto Retto. Retto che in inglese diviene Ass. Unendo la passione per il culo a quella per il sesso, Ass divenne Brass, ovvero Tromba. Macchinoso ma reale!

Anonymous said...

Tutta questa pignoleria sull’etimologia delle parole e poi mi cadete sulle citazioni…..barboni.