Thursday, September 11, 2008

GOT MILK?

il Sindaco in tutto il suo splendore grazie alle proteine del latte e i quintali di Macine che si spara la mattina per colazione



Minchia quanto ci girano i coglioni quanto la gente si appropria senza chiedere di cose che appartengono alla sfera del metal. Minchia che nervi.

Antefatto:
Gli Harvey Milk sono un pettinatissimo gruppo METAL che arriva dalla patria di quell'ossobuco di Michael Stipe. Nel libro "La Storia Secondo SoloMacello" il gruppo si forma nell'Ottobre del 1927. La Georgia non è propriamente un posto dove ti sale la Gayna© e quindi loro si stonano dalla mattina alla sera e, con una capsula spaziotemporale dimenticata da Sun Ra in un viaggio dall'Arkansas, si ammazzano di metal per tutti gli anni '80 e '90, tornano ad Athens, Georgia (ma no quella coi russi, quella coi froci) dove cominciano a pubblicare dischi dal Dio Boia con tutto quello che hanno imparato nel loro viaggio spaziotemporale.

In pochissimo tempo conquistano in tutta gli Stati Uniti una popolarità semplicemente incredibile, grazie al fatto che la loro musica è Pettinatissima, perchè all'avanguardia, provenendo infatti da circa 60 anni avanti nel futuro.

A questo punto cosa succede?
Viene al mondo un frocio.
Ma non un frocio qualsiasi. Uno destinato a diventare un Martire Dei Froci. Il tipo in questione si chiama Arthur Obama Igor Quaqquarelli (con due Q, tre se contate anche la prima) e, giustamente, si vergogna del proprio nome quanto della propria sessualità. Allora cosa a? Si guarda in giro, raccoglie una saponetta e riceve... l'illuminazione! L'Arc-ano-gelo Massimilia-ano gli appare in visione e col prepuzio fiammeggiante gli/le rivela il suo destino:

Arc-ano-gelo Massimilia-ano: "Sarai il Martire Dei Recchioni, Arthur Obama Igor!"
Arthur Obama Igor: "Cazzo dici?"
AM: "Sarai il Martire Dei Recchioni, Arthur Obama Igor! Te l'ho detto una volta, sono una fottuta visione fiammeggiante mandata in terra dal Gesù Cristo che non ha niente contro i froci e farai bene a credermi, anche perchè sta cominciando a scottarmi il prepuzio!"
AOI: "Hai fumato?"
AM: "ZITTO, UOMOSESSUALE! Fa' quello che ti dico!"
AOI: "Se me lo dici lo faccio ma il tuo uccello sembra messo male."
AM: "Cambia nome! Cambiati quei vestiti, mettiti qualcosa di più Pazza, e vai a prenderlo nel culo come se non ci fosse un domani Che tra l'altro non ci sarà perchè a un certo punto ti fanno il culo, e non come ti piace attè, ma col piombo!"
AOI: "Ti si sta staccando quel coso."
AM: "Adesso ti faccio a pezzi io se non fai quello che ti dico. Ma sappi che generazioni di uominisessuali patiranno per la tua codardia."
AOI: "Ok me l'accollo, chè mi s'è scucita la fodera del cazzo a stare ad ascoltarti."

E fu così che Arthur Obama Igor Quaqquarelli entrò in camera di sua sorella per trovare dei vestiti da Pazza e vide in un angolo una copia del primo disco degli Harvey Milk... lo ascoltò, lo trovò un po' troppo virile ma pettinatissimo e scelse di chiamarsi, d'ora in poi, HARVEY MILK.

Il resto è storia delle minoranze. Per sommi capi: prima diventa un simbolo degli uominisessuali, poi l'ammazzano in quanto uomosessuale.

Mo' ci fanno anche un film con Sean Penn, che è un pettinato perchè picchiava la tipe) e SCANDALO! Nella colonna sonora non c'è neanche un pezzo degli Harvey Milk (il gruppo non il frocio).

QUESTA E' UNA DISCRIMINAZIONE NEI CONFRONTI DEL METAL.
UNIAMOCI (ma non troppo stretti) E PROTESTIAMO!
SCARICATE IL DISCO DEGLI HARVEY MILK DA QUI! E' PETTINATO! POI COMPRATELO!
http://www.megaupload.com/it/?d=QU1G4UTD


http://en.wikipedia.org/wiki/Harvey_Milk_(band)

http://www.harveymilktheband.com/

5 comments:

Jmox said...

Grazie xiocàn grazie !per avermi fatto scoprire nuovi risvolti sociale nella storia del metal

ettor1 said...

come mai tutta sta gayna per harvey milk? era una vita che non ascoltavo un loro disco, a casa ne ho due a sostituire i piedini del tavolo da pranzo... :-)dovrò cercare un altro supporto.

Anonymous said...

ettor1 ma non capisci un cazzo

Anonymous said...

questo sì che è un commento!

ettor1 said...

volevo dire... QUESTO SI' CHE E' UN COMMENTO