Tuesday, October 14, 2008

"Hanno preso a chiamarmi highlander... Highlander un cazzo! Il fatto è questo: ho un buco di culo che se lo metto fuori dalla finestra le aquile ci fanno il nido" cit.

Non è un segreto che l'atteggiamento di SoloMacello sia particolarmente iconoclasta. D'altronde il metal t'insegna 1) a tirare di culo la gente, 2) a diffidare del pensiero della massa e 3) a ruttare fortissimo.

Nell'ultimo paio d'anni il quoziente intellettivo della Massa Metal si è, incredibilmente, abbassato ulteriormente.
"IMPOSSIBILE!" direte voi, specie se siete della razza di quelli che vengono su SoloMacello come se stessero andando allo zoo a vedere le scimmie. E invece è andata proprio così. Su quella scorreggia di Vostro Signore Gesù Kristo che è Fratello Metallo abbiamo già dato, e in molti ci hanno fortunatamente dato ragione, ma lì si trattava di un"esterno" che veniva a pisciare sul cancello del metal. Ora dobbiamo farci un esame di coscienza e renderci conto, senza paura, che anche nel cosiddetto "interno" ci sono dei personaggi talmente a pezzi che tirano a fondo tutta la categoria.

Recentemente infatti un primate si è distinto dalla massa come sorta di Alpha Male colpito da paralisi del lobo frontale. Una figura che proviene dal passato del metal, e che su quel passato ha costruito questo suo sgradevole, inaudito, inutile ritorno. Si chiama PINO SCOTTO, e se tanto mi dà tanto il 90% di voi s'è fatto almeno una risata alle sue spalle.

Pino Scotto è quello che ancora ci scuce la fodera del cazzo con 'sta minchia di Vanadium, che saranno anche un gruppo storico, ma sono invecchiati di merda e infatti se non ci fosse Pino Scotto a sbraitare ogni due per tre "Io ero nei Vanadium prima che voi nascevate porcoddìo!" nessuno si ricorderebbe di loro. O meglio: qualcuno se li ricorderà eccome, ma se ci dite un segno indelebile che han lasciato vi paghiamo da bere.

Pino Scotto, furbamente, ha capitalizzato su una regola aurea del metal, ovvero che "VECCHIO E' BUONO".

Nel metal la regola che dice che il gruppo "era meglio prima" è inattaccabile, e così Pino Scotto si è convinto di avere una rilevanza attuale sulla base di un passato giurassico. Io non so se gliel'abbia suggerito qualcuno, o se tutta la brillantezza dell'idea sia frutto della sua mente, ma le cose stanno diversamente.

Un conto è ridere con una persona, un conto è ridere di una persona. Un conto è Lemmy, un conto è Ozzy.

E quindi via così, il Pino Metal nazionale. Si guadagna da campare facendo la macchietta e sparandola più grossa che può contro la Pausini su Rock TV - e grazie al cazzo. Anche qui su SoloMacello è facile sparare a zero su Gesù Cristo (e infatti lo facciamo).

E poi paga lo stipendio anche fare il razzista demagogico davanti a qualche decina di gorilla con la maglietta degli Stratovarius che non s'è mai fatto reggere l'uccello in mano da una tipa. L'esempio più a pezzi l'abbiamo visto coi nostri occhi e ve lo raccontiamo.

Serata di ROCK TV. Pino, bontà sua, sta facendo un pezzo con REZOPHONIC, un gruppo dichiaratamente a favore dei Negri, che i Negri vuole farli bere, imparare a scrivere e leggere, emanciparsi. E Pinuccio nostro cosa fa? Dice che Azouz, quello della strage di Erba, quello che gli hanno pugnalato moglie e figlio e poi han dato fuoco ai cadaveri, deve tornare al suo paese (e con lui tutti i criminali come lui) perchè l'han beccato con un po' d'erba. Tutto questo, ripetiamo, all'interno della performance di un gruppo pro-Negri. Che poi, Pinù, te la sarai pure comprata l'erba o la coca da un negro una volta, no? Quello non era un criminale? Ah no scusa, erra probabilmente un "fratello che aveva incrociato la tua road to freedom".

E allora, Pino, le cose sono due: o ti sei bevuto il cervello, o hai consciamente deciso che farsi pagare per fare il nonnetto metal intransigente e senza peli sullla lingua sia la giusta conclusione della tua carriera. Scelta tua, ma noi la riteniamo una mossa a pezzi.

E tu, metallaro che segui Pino Scotto e lo ritieni "un grande" solo perchè c'ha una certa età, faresti meglio a capire che sei a pezzi quanto lui e la sua filosofia da operaio del metal: il passato è passato, e una dignitosa pensione è meglio di un presente imbarazzante.

Quel presente imbarazzante è questo:

Un libro-marchetta scritto dall'amichetto di Pino Norman Zoia. Una sbrodolata metal-mielosa che cerca di cucire il vestito del mito addosso allo Scotto Da Pagare, riuscendo solo a inciampare in una sintassi involuta, una grammatica drammatica e una produzione di senso lasciata al caso.
Qualche esempio di passagigo tratto dal libro? Ha'voglia!

"Pino Scotto ha sempre utilizzato un linguaggio accessibile, con particolare attenzione allo slang giovanile, all'avanguardia dei suoni."
Si commenta da sè.

"Rocker di razza, straripante acusticamente parlando, (...) che non si è mai lasciato crogiolare in un pur ricco passato (quasi tutti i musicisti duri che contano, hanno suonato con Scotto)."
A parte che - che cazzo vuol dire? Ma i Wolves In The Throne Room han suonato con Pino Scotto? i Neurosis? Gli Slayer? I Converge? I Melvins? Gli Shining? I Darkthrone? Gli Immortal? Emperor? Almeno i Mayhem???

"Uno che, per intenderci, si lascia dietro la scuola degli Stones per affiancarsi a un Robert Plant o a Geoff Tate e ANDARE OLTRE" (maiuscolo dell'autore).
Pagina quindici e siamo già al delirio d'onnipotenza.

"Forse manca un'adeguata descrizione del lato sex-simbolista di Scotto, cioè del fascino animalesco che riesce a emanare in scena."
Megli oche manchi, caro amico cripto-omosessual-Zoia

"Rock-pensiero sull'ali lordate."
"Chitarre col Jack-Leg"
"Phisique du rock'n'role"
Bel gioco di parole.

Altre perle di delirio d'onnimpotenza al Monster Of Rock di non sappiamo manco più quanti anni fa:
"Comincia con Rock'n'Roll, un inno, una prefazione stilistica ai livelli di Satisfaction o di Simphaty (sic) For The Devil."

"Trash": sempre scritto così, senza H. Che sull'Avvenire mi va anche bene, ma qui mi pare una gran troiata.

"Il susseguirsi delle formazioni straniere contribuisce a far innalzare, ove fosse possibile, il picchio dei decibel."
Proprio così. Picchio. Fantastico.

"Fa un caldo soffocante infatti e non restano abbastanza energie, neanche per il consueto grappolo di groupies ipereccitate che si aggirano tra gli addetti ai lavori."

"In chiusura: una rielaborazione del celebre motivo degli AC/DC WOLLA LOTTA ROSIE, un brano rappresentativo nelle umane-disumane vicende del rock"
A) Si scrive WHOLE e non WOLLA
B) Non facciamola più lunga di quel che è: il pezzo (e non il "motivo") parla di scoparsi ciccione. Punto.

Zoia riesce poi addirittura a sbagliare, nel testo, il nome dell'editore, tradendo contemporaneamente esso e la lingua inglese: "Non essendo stato possibile, per questioni interne alla Nuova Fucina-Fuzzboock's..." "Libro" in inglese si dice "book", Norman.

Chiudiamo con una manciata di citazioni prese direttamente dal libro: onestamente non sapremmo commentare perchè sono talmente over-the-top che qualsiasi battuta possa venire in mente a chiunque l'originale sarà comunque più a pezzi:

"Nel frattempo, dopo una vita a spaccarsi il culo in fabbrica, suonando di notte e alzandosi lo stesso all'alba, Pino può andare in pensione. Da quel preciso istante il rock gli poterà via ogni singolo minuto. Il rock e tutti i suoi derivati, dal sesso alle droghe agli eccessi alla condizione politica (?!? ndA) di un moderno metalium-singer sempre e comunque contro, sempre disponibile però a pagare di persona, mandando letteralmente a fanculo (ma non solo) tutti quei figli di puttana che, fingendo di stare dalla parte della gioventù l'hanno invece sempre fregata proponendo tutto quel multinazionale schifo edulcorato-programmato-standardizzato-massificato-livellato al basso... e quello sì veramente osceno, altro che un pugno di decibel distorti, una strisciata nella polvere o taluni possenti sodomie in corpo di 11 groupies! (Ci siamo permessi di citare Busi, ma in chiave squisitamente etero)."

"C'è poi da sottolineare che, malgrado gli stravizi, Pino Scotto non invecchia mica".

"Cavaliere dell'epica contemporanea, un filo gotico e un filo extraterrestre, ovviamente defilato rispetto al pop-rock patinato e insulso, per lui l'importante è continuare allo spasimo a cantare, a suonare e poi certo si bevem si fuma, si pippa, si tromba e si mandano i bastardi a far ciò che sanno e cioè marchette. Nonni insonni, notti folli. Promozioni centellinate, da Radio Italia alle piccole emittenti private agli studi Sempioneschi di Quelli Che Il Calcio... a quelli di La7, tra compagni, boncompagni e benincasa. Nottate incomparabili. La si faceva girare al meglio, compreso del sesso sfrontato nei bagni della Rai, magari con una nota signora di spettacolo, Oppure standosene beato con la donna di uno dei Warrant mentre loro stavano suonando..."

"Moderno Don Chisciotte da sempre impegnato a stravolgersi o a smaltire gli eccessi, a non deragliare dal tragitto figa-droga-trasgressione o a spendersi con tutte le sue risorse in invocazioni ai giovani, per spronarli a uscire dalle dipendenze."

In definitiva: Pino, CACATI ADDOSSO

24 comments:

Orologiaio said...

scommetto che il video di pino che sparla di azouz durante il concerto dei rezophonic l'avete visto sul mio canale youtube.

quasi quasi lo ricarico, il canale fu cancellato dalla RAI dopo che postai il video di l'aura con cristina scabbia a sanremo. la rai non ama che si diffonda sanremo nel mondo.

e in sostanza, al momento non è più reperibile su internet il video citato in questo possente articolo, ma basta un solo solomacellaio doc che dica "lo voglio vedere", e lo ricarico, giusto giusto fra il video dei quireboys e quello dei walls of jericho.

ps: ho letto anche io la biografia. leggerla è già difficile, è scritta malissimo, e come voi son rimasto colpito dal passsaggio legato alla pensione.
andare in pensione non è rock, avrebbero potuto dire che aveva mandato affanculo il sistema e bruciato la fabbrica... invece no, ha compilato i moduli inps, ha pagato, e ora è in pensione.
w metal.

il primo anonimo di oggi said...

lo voglio vedere!

anche leggere (tranne le riviste metal) non è metal

Orologiaio said...

e sia. oggi pomeriggio lo carico e vi lascio l'url. ogni desiderio del primo anonimo è legge.

niccolo' said...

Oh, finalmente la Verita' su questo sopravvalitatissimo idiota noto come Pino Stronzo lo Stronzo da Pagare!

elteo said...

"Anche qui su SoloMacello è facile sparare a zero su Gesù Cristo (e infatti lo facciamo)."

Beh se è per questo è forse facile quanto sparare a zero su Pino Scotto!

Fra qualche anno nella guida galattica per metallari alla voce pino scotto sarà scritto "praticamente innocuo". Basta.

una miss said...

Anche wikipedia vi da ragione e critica Pino Scotto.

capitano said...

" e sciacquati la bocca... coglione... PEZZO DIMMMERDA!!!"

capitano said...

firmato: il papà di jimmy

http://www.youtube.com/watch?v=8k2iQVPs1CY&feature=related

stupenda la musica di sottofondo

JonVendetta said...

Aggiungo il pistolotto xenofobo anti-rumeni declamato di spalla ai Twisted Sister poche settimane fa. Magicamente aperto con la premessa "Io non sono razzista, però..." e chiuso con "rimandiamoli a casa a calci nei denti".
Folclore a parte, teniamoci quei due-tre dischi decenti dei Vanadium e ignoriamo il mentecatto che Pino è oggi.

Anonymous said...

Dio, porcatroia ma sto Scotto è troppo un cojone. Sto stronzo non deve neanche permettersi pronunciarlo il nome di De Andrè.

JonVendetta said...

Veramente ne parlava bene...
http://www.youtube.com/watch?v=BxZ6eU9FRDo&feature=related

Anonymous said...

Non può nominarlo a prescindere.

Orologiaio said...

prendete e gustatene tutti: questo è il video di cui parlavo e che fa da fulcro all'articolo qui menzionato. ;)

http://www.youtube.com/watch?v=E31ufe20s84

ricaricato apposta per il vostro ludibrio, con ringraziamenti a solomacello.

Pierluigi said...

Ma ve l'ha chiesto la maestra di riempire 4 facciate?

Porca troia, tutta la carica infamante del post si esaurisce poco dopo la metà, che cazzo di senso ha spendere tante parole per pino scotto?
Nemmeno ce l'ho fatta a a finire di leggere, a questo punto mi guardo un film di Olmi che finisce prima.

solomacello said...

Pierluigi, te l'ha detto la maestra di farci avere la tua preziosissima opinione giudea e/o meridionale e/o negroide?

Pierluigi said...

Suca.

Però se volete vi dico "ah, finalmente la verità su..." così che possiate dare un senso alla possibilità di lasciare un commento.

solomacello said...

Perfetto. Preferiamo gli Yes Man a ogni tipo di pensiero individuale. Sei nel posto giusto. E adesso puoi andartene.

Pierluigi said...

Fighette acide

Anonymous said...

Qualcuno faccia un PDF di questa marea di stronzodeliri e lo metta su emule, così ridiamo tutti! Il libro demenziale dell'anno!

Padone said...

A me mi piace pino scroto mi fa riderissimo più anche di ricciar benson.
Ma in questo caso trash senz'acca non è mica un errore.

Anonymous said...

Pino Scotto è un minchia.ma solomacello è anche frocio,sono pronto a prenderti a testate anche dal vivo pezzo di coglione,basta che dici si cagasotto di merda.

solomacello said...

SI

hubrys said...

bello il tuo header.

Axel said...

Scotto è uno di quei classici personaggi trash che non si capisce dove finisca la realtà è dove inizi la millanteria..Per me il 90% delle cose che dice sono sparate per fare la caricatura e strappare due risate...Lo rispetto perché ha sempre fatto musica senza fare soldi (e sempre stato in bolletta pare,campando con lo stipendio da operaio),per il resto va bene per farsi due risate e poco più. .